martedì 24 aprile 2012

-Andiamo al cinema 2-

I film quando si vedono sigillano un momento della nostra vita,non ce ne accorgiamo ma e' cosi'.Cosi' io mi ricordo le visioni di particolari film"quelli da grandi" quelli che per contenuti ,stile segnavano il passo dall'infanzia all'adolescenza.Negli anni 80 dall'america nasceva un filone che non era un horror vero e proprio ma un misto di horror,thriller,surrealismo illogica che toccavano gli aspetti piu' reconditi del comportamento umano...erano i film ispirati alle opere di S.King.I ragazzi che in quell'epoca vedevano quei film si davano un tono,erano cult ma al tempo stesso uno status simbol.Su tutti voglio citare"Creep Show"un delizioso quadretto cinematografico dove a far da filo conduttore era il classico ragazzino che si chiudeva nella sua cameretta e in senso lato dentro di se' e leggeva fumetti e progettava vendette...e da li' tre episodi ,tre racconti del terrore metropolitano,niente gotico,niente castelli,streghe o boschi scuri...ecco la novita' vera era lo scenario,uno scenario di tutti i giorni...e cosi' anche cristine la macchina infernale era la rivincita di un giovane perdente,insomma King toccava i nervi scoperti della crescita sociale umana  e alla fantasia univa la quotidianita'.Dall'Italia faceva eco a questa ondata di horror alcune produzioni non degne di nota ma rimane nella storia trash "Una notte al cimitero":Solita banda di ragazzotti(tra cui figurava un gianmarco tognazzi giovanissimo) che dopo una baravta piomba in un bosco di notte e trovano la classica locanda frequentata da tipi paurosi.......ma non e' la trama banale e scontata che interessa quanto le scene,i costumi:zombie con braccia perfette,morti viventi che corteggiano altrattanto signore zombie per poi arrivare alla scena cult del film:nel profondo della cripta il narratore da sfogo al ragazzino che e' in lui e ai malcapitati fa trovare questa scena:un banchetto dove mostri umanoidi mangiano mele marce,ragni in gelatina,vermi.....insomma una nota infantile che e' diventata un cult del trash che piu' trash non si puo'.Effetti speciali artigianali fanno di quel film una pietra miliare della storia del cinema italiano dell'orrore gotico classico.Non proprio Horror ma in piena sintonia con gli anni 80 era un piccolo e splendente diamante cinematografico"Beetljuce" dove il talento di Tim Burton si manifestava;quel film per essere gustato a mio avviso andava visto il sabato pomeriggio in inverno,in pieno edonismo anni 80 ce' tutto :la famiglia unita oltre la morte che non divide assolutamente,le note di architetti obesi e donne isteriche,il tranquillo paese,una casa e un aldila' che sembra nient'altro che l'inferno di Dante visto con gli occhiali di un ottantologo nostalgico e gotico.Da li a poco Burton avrebbe partorito un Batman insuperabile se non dal suo stesso Batman 2(le lacrime incontenibili quando con la batmobile percorre le strade innevate di ghotam city e osserva il pinguino....oppure quando rientra in dolce compagnia alla batcaverna e l'affidabile auto solleva 2 muri di foglie secche in mezzo a un bosco).In quell'anno era normale avere la maglietta di Batman,era un obiettivo avere il floppy disk(che io ho nel cuore) con il gioco da far girare a 8 bit sul commodre 64.Eravamo abituati alla serie tv anni 60 quella con i"pum!" fumettitistici che appariva sullo schermo,un robin che quando perdeva le staffe diceva"per mille barili di aringhe!acciderbolina!"e Adam West che in calzamaglia non aveva certo la tartaruga e che guidava una lincon future con un tuning d'annata!Nessuno si aspettava un batman nero,dove la muoverlo piu' che un senso di giustizia era un vendetta(i profili psicologici sono raffinatissimi nei fumetti),un batman che tra la tecnologia e la polizia corrotta viveva la sua condanna....E di li a poco una serie di Batman senza rilevanza che non fecero altro che farci apprezzare un prodotto degli anni2000"batman the begins"ma quello e' un altra storia vero?Di certo non puo'esaurirsi in n post questo argomento ,ma voglio citare ancora un film che viaggia su quella sottile linea dell'horror e della commedia"I gremlins":Notte di Natale padre inventore,neve a metri fuori casa,animaletti strani presi in un negozio cinese magico in un quartiere cinese(negli anni 80 i cinesi li immaginavano tutti cosi':cristallizati nel loro medioevo possessori di segreti e saggezze antichissime ed economicamente innocui........)Tali animaletti infrangendo regole fiabesche(non dar loro acqua dopo mezzanotte) si trasfomano in  mostriciattoli cattivi e dispettosi!...........non finisce qui!come in un film anni80 la pausa tra primo e seondo tempo era di 10 minuti,il tempo per nadare a prendere le caramelle al bancone!

Nessun commento: